pagina web di Enrico Oliari

 
I miei studi di storia gay

 
L'Avanti, 28 agosto 1907
 
Cloaca cattolica

La fuga d'un prete satiro - Le sue gesta al'estero - Le complicità delle autorità ecclesiastiche - Una serie infinita di turpitudini.


Ieri vi scrissi delle turpitudini commesse da un prete su ragazzi e giovinetti d'un paese posto presso il Tagliamento.
Oggi ampi particolari vengono in luce. Si sa che il satiro immondo è il sacerdote don Cesare Zanitta, cappellano, da Cervignano, ultimamente residente a Dinano nel Friuli (1).
Don Cesare aveva commesso tra il 1903 e il 1905 atti di pederastia su una ventina di giovinotti dai 15 ai 20 anni.
I giovinotti apparvero tutti davanti al tribunale austriaco di Gorizia ove s’ebbero condanne da uno a tre mesi di carcere, mentre il massimo responsabile il degno sacerdote, grazie ad autorevoli influenze se la sgattaiolò per il rotto della cuffia.
Don Zanitta riparò a Venezia ove stette un po' di tempo senza messa; ma dopo in lieve punizione fu mandato nel Friuli o propriamente nella provincia di Dignano con l'impegno di dimorarvi poco, per poi partire per l'America ove avrebbe potuto alfonsinare (1) a suo comodo gli emigrati connazionali.
A Dignano il sacerdote sodomita ricominciò nella vecchia via facendo una vera strage… di innocenti dai 13 ai  20 anni, sino alla età della leva militare, forse con la pia intenzione di farli riformare.
Il sindaco di Dignano ha presentato denunzia al procuratore del re, cav. Trabucchi, il quale insieme al giudice istruttore, avv. Ripi, e al cancelliere del tribunale d'Udine, s’è ieri recato sul luogo dei malfatti per iniziare una rigorosa inchiesta.
Il prete intanto è fuggito. Pare che da Udine sia andato a Modena ed di là a Milano e poscia per il Sempione, attraverso la Francia abbia raggiunto l’Havre per imbarcarsi per l’America.
Egli era provveduto ad un biglietto della Compagnia transatlantica per Nuova York. Pare che voglia recarsi nello stato di Washington e precisamente a Pocane.
I nostri connazionali dileggio lo accolgano come merita.

Così la morale della Chiesa cattolica. Un prete ne fa da ogni colore? Silenzio, sinché possibile: e quando lo scandalo scoppia, la Chiesa non espelle dal suo seno il colpevole… ma gli fa in cambiar aria, allontanandolo dal luogo dello scandalo, affidandogli altre case sacerdotali, ed altre pecore da tosare (se fosse soltanto da tosare!).
Avanti, compilatori dei manifesti clericali che inondano di questi giorni il bel paese: non è questo un incoraggiamento ai criminali?

Note.
1 - “Alfonsinare”: termine usato anche ne “L’Asino”, prob. “molestare”.

Metto a disposizione i libri e le ricerche che ho scritto a titolo gratuito, dopo averne riacquisto i diritti. Hanno richiesto approfonditi studi presso archivi di Stato, tribunali e biblioteche; se vuoi contribuire con un'offerta libera, sarà un gesto apprezzato, utile a sviluppare nuovi lavori: per essere comunità noi gay, lesbiche e persone transessuali dobbiamo dimostrare di avere una nostra cultura, un patrimonio identitario.
Clicca qui per Paypal, Postepay e Conto corrente.


pagina degli articoli di fine '800 - inizi '900
pagina degli studi e delle ricerche gay
www.oliari.com